FIFA 2026


La Coppa del Mondo 2026 sarà la 23a Coppa del Mondo, il torneo di calcio globale quadriennale organizzato dalla FIFA. Parteciperanno 48 paesi, quindi verranno disputate 80 partite. Ci sono 16 gruppi con 3 paesi ciascuno, con i numeri 1 e 2 che passano ai turni a eliminazione diretta. Nella fase a gironi non è più possibile pareggiare, quindi le partite diventano più emozionanti. Non è ancora noto dove si terranno i Mondiali del 2026.

48 partecipanti in 16 gruppi

L'ex presidente della UEFA Michel Platini ha proposto il 4 ottobre 2016 di tenere i Mondiali del 2026 con 40 paesi partecipanti, anziché l'attuale numero di 32 paesi. Il nuovo presidente Gianni Infantino voleva persino aumentare il numero di partecipanti per i Mondiali a 48, compreso il paese ospitante. Il 10 gennaio 2017, la FIFA ha deciso che la Coppa del Mondo 2026 si svolgerà con 48 partecipanti.

Anche la fase a gironi sta cambiando a causa dell'aumento del numero di paesi partecipanti. Dalla Coppa del Mondo del 2026 ci saranno 16 gruppi con 3 paesi ciascuno. I numeri 1 e 2 di ciascun gruppo passano ai round ad eliminazione diretta, portando 32 paesi al round successivo. Poiché sono ammessi più partecipanti al torneo principale, ogni continente può anche presentare più paesi. Questa nuova configurazione offrirà gare più entusiasmanti. In precedenza, il set-up consisteva in 8 gruppi di 4 paesi, con 16 paesi che passavano alla fase a eliminazione diretta.

A causa dell'aumento del numero di partecipanti, il numero di partite aumenta da 64 a 80 e il numero di giocatori di calcio da 736 a 1.104 (con selezioni di 23 giocatori).

Organizzazione di assegnazione WK 2026

La procedura di offerta per l'organizzazione del Campionato mondiale nel 2026 è già iniziato nel 2015. L'assegnazione dell'organizzazione è stata pianificata durante il congresso FIFA il 10 maggio 2017 a Kuala Lumpur in Malesia. A causa di casi di corruzione nell'assegnazione della Coppa del Mondo 2018 alla Russia e della Coppa del Mondo 2022 al Qatar, il 10 giugno 2015 la FIFA ha deciso di rinviare l'assegnazione al 2020.

Tutti i membri della FIFA possono fare un'offerta per l'organizzazione dei Mondiali nel 2026, a condizione che la loro federazione calcistica non abbia organizzato i precedenti Campionati mondiali. L'organizzazione calcistica ha annunciato questa condizione il 30 maggio 2015. Con ciò, la FIFA ha leggermente cambiato la sua politica, perché in passato i Mondiali del 2022 non erano stati assegnati a un'associazione calcistica che organizzasse una delle ultime due Coppe del Mondo.

Ciò significa che ai paesi dell'Associazione calcistica asiatica CAF non è consentito organizzare i Mondiali del 2026, poiché al Qatar sono stati assegnati i Mondiali del 2022. La Coppa del Mondo nel 2026 sarà quindi assegnata a un paese da una delle rimanenti federazioni calcistiche: CONCACAF (ultima volta nel 1994), CONMEBOL (ultima volta nel 2014), UEFA (ultima volta nel 2018), CAF (ultima volta nel 2010 ) o OFC (mai organizzato).

La FIFA consente ai paesi di fare un'offerta congiunta per l'organizzazione. I Mondiali del 2002 sono stati l'ultimo torneo di calcio organizzato da due paesi insieme, vale a dire la Corea del Sud e il Giappone. In seguito l'organizzazione mondiale del calcio ha deciso di non consentirlo più.

Reso possibile da Yosoku Games